Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

AUGURI WOLFGANG!

 

Cercando in rete ho interrogato Wikipedia. Ho chiesto chi fosse nato il 24 ottobre 1955 e, scorrendo i nomi, non ho trovato quello di WOLFGANG FASSER, nato in Svizzera ma ormai cittadino del nostro comune.

Direi una mancanza imperdonabile. L’uomo se lo merita appieno di essere annoverato tra i grandi personaggi (anche se per l’umiltà che lo ha sempre contraddistinto non lo gradirebbe affatto), ma solo per ricordare a tutti il valore del tuo impegno a servizio del bisogno degli altri, un’opera incessante di umanità, generosità, profonda esperienza di vita, solidarietà, fratellanza.

_______________

Carissimo Wolfgang,

mi ricordo benissimo quando ti ho visto per la prima volta, tanti anni fa, scendere dalla Sita proveniente da Firenze all’angolo del “Berni” a Ponte a Poppi. Pantaloni alla zuava, zaino, bastone e accanto, il suo fido cane guida…

E’ cieco pensai. Si, è cieco! Dove andrà e cosa costui sta cercando qua?

Poi ho capito, nel tempo siamo diventati amici, ho imparato a conoscerti, apprezzarti. Ad uno così non si può che volergli bene e mi domando quanti di noi conoscono il Lesotho, dove si trova nel mondo e scopri uno staterello, un’enclave nella repubblica del Sud Africa a migliaia di km. da noi e Lui lì, in quel territorio come fosse casa sua in mezzo ai bambini poveri a portare cure sollievo affetto Amore.

Straordinario, fantastico, geniale e come non pensare alla Fraternità di Romena, all’associazione “Il Trillo” con sede a Becarino, dove con la musicoterapia aiuta sostiene, regala un sorriso e una speranza a bambini meno fortunati e bisognosi di calore, di attenzioni e di tanta tenerezza…

L’accoglienza a Quorle, le passeggiate notturne ad ascoltare il silenzio del bosco, i libri che scrive, la ricerca continua del contatto con la Natura che apre i nostri sensi all’armonia del Creato.

Serenità. E quanto altro potrei ancora dire e raccontare di una persona? Un uomo speciale, unico, che vede oltre il buio della notte, che parla con il cuore, ascolta il canto degli uccelli e trasforma i rumori in delicati suoni, trasmette la melodia di un universo che vive intorno a Lui e con Lui.

Carissimo WOLF,

carissimo amico, tu ci regali il segno di quanto grande sia l’animo umano, il vento che scalfisce le rocce, l’acqua che rende fertile il deserto, ma non quello di sabbia ma quello che spesso si annida nella mente dell’uomo.

Buon compleanno! Auguri!

E soprattutto GRAZIE Wolf!

Carlo TONI